Warning: preg_match(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/customer/www/staging1.untoccodizenzero.it/public_html/wp-content/plugins/pinterest-pin-it-button/includes/simple_html_dom.php on line 1364

Warning: preg_match_all(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/customer/www/staging1.untoccodizenzero.it/public_html/wp-content/plugins/pinterest-pin-it-button/includes/simple_html_dom.php on line 684

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/customer/www/staging1.untoccodizenzero.it/public_html/wp-content/plugins/pinterest-pin-it-button/includes/simple_html_dom.php on line 691

Warning: preg_match_all(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/customer/www/staging1.untoccodizenzero.it/public_html/wp-content/plugins/pinterest-pin-it-button/includes/simple_html_dom.php on line 684

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/customer/www/staging1.untoccodizenzero.it/public_html/wp-content/plugins/pinterest-pin-it-button/includes/simple_html_dom.php on line 691

Caol Ila.. Chef Batavia all'opera..

Caol Ila è una caletta tranquilla e riparata vicino al Porto di Askaig, e viene considerata da molti la più selvaggia e pittoresca dell’isola di Islay.
La distilleria di Caol Ila ,che in gaelico sta a significare suono dell’isola ,fu costruita nel 1846 da Hector Henderson, un businessman di Glasgow con un vivo interesse per la distillazione.L’acqua della distilleria arrivava da una cascata vicina e oltre ad essere fantastica e qualitativamente perfetta per il whisky,alimentava anche la motrice della distilleria.
Nel 1857 Henderson uscì dall’affare e la distilleria fu acquistata dalla Bulloch Lade & C. e fu poi trasferita alla Distillers Company Limited nel 1927.. da quella data e fino al 1972 la produzione continuò, fino a quando l’intera struttura originaria venne demolita..
La produzione riprese nel 1974, quando venne ricostruita la distilleria sulla base dell’architettura originale..

Il whisky Caol Ila è considerato uno dei più leggeri delle islays..ha medio corpo con un sapore rotondo..di colore pallido con una sfumatura tendente al verde.
Questo malto al naso ha sentore di torba con note floreali molto distinte,sa di alghe e di iodio,di liquirizia, e un leggero profumo di medicinale vi accompagnerà per tutta la degustazione, ma senza infastirvi..a chiudere una nota di fondo leggermente pepata…
Il gusto di Caol Ila ha note dolci di liquirizia,frutti maturi,miele e vaniglia..ritorna la torba e nel sapore è un pò più accentuata..

Vi ho raccontato questa bella storia ,per farvi capire su quale prodotto Chef Nicola Batavia ha lavorato durante questi due mesi,per preparare il menù per la serata del 19 Marzo..

Nicola ama le sfide e la sfida al whisky gli era stata lanciata da Franco Gasparri… grande intenditore di whisky,ambasciatore della Diageo (importatore in Italia dei migliori torbati, e non solo)…
Ogni singolo ingrediente è stato lavorato con Caol Ila invecchiato 12 anni.. il più dolce e armonioso della serie di whisky degustati per l’occasione..

In degustazione:

Caol Ila 12 anni
Caol Ila 18 anni
Caol Ila Cask Strenght full proof
Caol Ila 25 anni

Il menù della serata era così composto:

Cocktail di Caol Ila 12 sedano e mango..fresco e dolce.. il whisky da una nota di fondo leggermente piccante ma prevale la parte dolce della frutta..molto profumato.

Mantecato di Baccalà e patate al whisky..lil baccalà è cremoso morbido leggermente aromatizzato… ( per questi primi due niente foto… l’appetito ha prevalso)

capasanta brasata e foie gras marinato nel Caol Ila...il foie gras marinato nel whisky

Capasanta brasata con foie gras marinato nel Caol Ila su crema di mais e caramello di lime e sale di Cipro..la capasanta brasata è un must di nicola.. ma in questa versione con il foie gras marinato per 12 ore nel caol ila… viene accentuata la dolcezza del fegato e ha una leggera nota pungente del whisky sul finale.. accoppiata vincente con il sale di Cipro, che dona la giusta sapidità.
Caol Ila 12 anni

Risotto lavato nel whisky con ragout bianco di faraona...

Risotto “lavato” nel whisky con ragù bianco di faraona e zucca purea di guava,caramello al Caol Ila.. la parola lavato è sintomatica, nel senso che è stato lavato nel whisky per separare e aromatizzare i chicchi del riso, eliminando l’amido in eccesso… e lasciato macerare..sentimenti contrastanti hanno accompagnato la degustazione di questo piatto.. molto dolce e aromatico.. e il caramello al caol ila è un’esperienza quasi mistica!Delicato e sapido al punto giusto il ragout di faraona…
Caol Ila 18 anni

stinchetto di agnello cotto nella torba..

Stinchetto di agnello cotto nella torba in cubo di legno glassato su patata affumicata… vi dico solo che la torba arrivava direttamente dalle islays.. e senza la torba il piatto non si poteva fare!! Quello che vedete versare nel mio piatto è la riduzione della cottura nella torba.. grande prova di abilità nelle cotture e lavorazione delle carni da parte di Nicola… morbidissimo lo stinchetto… aromatizzato, ma non fastidioso.. buono a tal punto da essere apprezzato anche da chi non ama il sapore un pò forte della carne d’agnello…
Caol Ila Cask Strenght full proof

Pre dessert … mandarino,olio del garda e sale grigio alle alghe..un gridolino di felicità da parte dei commensali!

E il dessert…

Ganache di cioccolato e pepe indiano,croccante con infuso al whiskyCaol Ila 25 anni..
per un’amante del cioccolato e dei whisky torbati come me questa era la degna chiusura di una serata grandiosa …

Ganache di cioccolato e pepe indiano..

Sarò di parte ma la capacità di nicola di creare ed inventare, stupire è davvero incredibile… i gusti sono gusti.. anche io spesso e volentieri trovo che certi accostamenti siano un pochino azzardati e non sempre condivido quello che ho nel piatto..(scusa chef!!) ma come in ogni ristorante che si rispetti faccio presente allo chef .. e vengo ascoltata.
E quando non mi trovo bene lo dico… Anche il Signor Davide ha avuto la sua.. ma ve la racconto un’altra volta… ;-D

Un sentito grazie a tutta la brigata di cucina del L’Birichin.. Bravi ragazzi!! Siete stati davvero in gamba…

nota:qualcuno si sarà chiesto ” ma dopo tutto quel whisky??” !!! “stavi ancora in piedi?” .. Ebbene si.. mi sono meravigliata anche io.. il whisky servito non era poco.. e le annate 18/25 sono state le più difficili da “sopportare”…
Il Signor Gasparri ci ha consigliato di diluire il whisky con dell’acqua naturale..mi sembrava un sacrilegio, ed ho rinunciato a mescolarlo con dell’acqua… eh eh eh… :) giammai!!
Il premio whisky armonioso della serata va al Cask Strenght full proof… sapore caldo,ricco,di frutta matura, sa di legno e di mare e nonostante i suoi quasi 60° ( 55) sembra un ragazzino dolcissimo che vuole corteggiare una signora.. e ci riesce bene, molto bene… ma la signora mica è cascata ai suoi piedi!! ;-)

Intanto il taxi era fuori ad aspettarmi….vorra forse dire qualcosa???

la preparazione della capasantaCaol Ila & Birichin

Grazie a Armin per la dedica scozzese !!!