Warning: preg_match(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/customer/www/staging1.untoccodizenzero.it/public_html/wp-content/plugins/pinterest-pin-it-button/includes/simple_html_dom.php on line 1364

Warning: preg_match_all(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/customer/www/staging1.untoccodizenzero.it/public_html/wp-content/plugins/pinterest-pin-it-button/includes/simple_html_dom.php on line 684

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/customer/www/staging1.untoccodizenzero.it/public_html/wp-content/plugins/pinterest-pin-it-button/includes/simple_html_dom.php on line 691

Warning: preg_match_all(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/customer/www/staging1.untoccodizenzero.it/public_html/wp-content/plugins/pinterest-pin-it-button/includes/simple_html_dom.php on line 684

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/customer/www/staging1.untoccodizenzero.it/public_html/wp-content/plugins/pinterest-pin-it-button/includes/simple_html_dom.php on line 691

Shakshuka from Jerusalem Yotam Ottolenghi

Il periodo senza carne continua e, se devo dirvi la verità, non mi ci manca. Ho assaggiato della salsiccia in una piadina deliziosa a Rimini, la scorsa settimana, più per gola che per reale interesse.
Mi sto divertendo con abbinamenti golosi tra verdure, ortaggi, legumi & C. Da accompagnare a formaggi, uova e ogni tanto pesce e crostacei. Questa ricetta, ad esempio, è una delle mie preferite, può essere servita tranquillamente come piatto unico, basterà preparare doppia dose di peperoni e pomodori da accompagnare alle uova. Mi raccomando: tenete a portata di mano una bella forma di pane, tiepido e croccante da usare per fare la scarpetta, che è di rigore con la Shakshuka!

La ricetta è tratta da Jerusalem di Yotam Ottolenghi. Si prepara in tutto il medioriente e quando eravamo in Turchia, spesso la si mangiava sulla spiaggia, nella pausa pranzo. I turchi la chiamano Menemen e devo dire che gli assomiglia molto. Per molti non è un piatto estivo. Io credo di sì invece visto che i peperoni e i pomodori di stagione li trovo solo d’estate! In Australia, ovviamente, le stagioni sono invertite quindi sarà facile trovare nei ristoranti la Shakshuka a Dicembre.

per 4 persone

peperoni rossi 2 tagliati a pezzi di 1 cm
aglio 2 spicchi
harissa 2 cucchiai
passata di pomodoro 2 cucchiai
cumino macinato 1 cucchiaino
pomodori maturi 4
uova codice 0 4 + 4 tuorli (le prendo dai contadini, mercato di piazza madama cristina)
labneh 120 grammi oppure yogurt greco
olio e.v. d’oliva 2 cucchiai
sale e pepe

scaldare l’olio di oliva in una grande padella, aggiungere l’harissa, il concentrato di pomodoro, i peperoni, l’aglio, il cumino e 3/4 di cucchiaino di sale. Mescolare e cuocere per circa 8 minuti, fino a quando i peperoni non saranno morbidi. Aggiungere i pomodori a pezzi, portare a leggero bollore e far cuocere per altri dieci minuti, fino a quando otterrete una salsa densa.
Praticare nella salsa 8 piccoli incavi, far scivolare delicatamente le uova intere e i tuorli. Aiutandovi con una forchetta smuovere delicatamente gli albumi, senza rompere i tuorli.Cuocere per circa 8 minuti, cercando di compattare gli albumi, ma i tuorli dovranno restare fluidi. Sarà più facile se coprirete la padella con un coperchio.
Togliere dal fuoco, lasciare riposare per un paio di minuti e servire con lo yogurt greco o con labneh.

Shakshuka da Jerusalem di Yotam Ottolenghi